Archivio News - 09 | 10 | 11 | 12 | 13

Vademecuum - 10 | 11 | 12 | 13

Le nostre news

MANUEL CAZZARO con Christian Dagnoni Campione Italiano Derny

02.10.2011

MANUEL CAZZARO con Christian Dagnoni Campione Italiano Derny

L’ultima prova in programma è stata l’attesa ed entusiasmante prova dietro Derny e, dopo una condotta di gara magistrale, sempre in testa, la vittoria è andata al giovane Manuel Cazzaro (Team Sudtirol) pilotato da Christian Dagnoni che ha battuto nettamente Tomas Alberio con Cordiano Dagnoni e il campione uscente Alessandro Bertolini con Fabio Perego. Inizio di corsa prudente con graduale accelerazione ancora prima di metà gara. All'attacco di Cazzaro rispondono solo l'esperto Alessandro Bertolini e Tomas Alberio. Ormai siamo a 15 giri dalla conclusione della prova Derny con uno scatenato Manuel Cazzaro che è in testa e sta correndo con grande autorità; sarà difficile per Tomas Alberio e Alessandro Bertolini terzo riuscire a ribaltare la classifica alla fine. Strepitoso Manuel Cazzaro che stravince il Derny riuscendo a guadagnare un giro su tutti i rivali. Medaglia d'argento per Tomas Alberio, terzo gradino del podio per Alessandro Bertolini.
Lo stesso vincitore Manuel Cazzaro è quasi incredulo dopo questa sua prestazione talmente buona che tutti i rivali gli hanno voluto rendere onore: «Non mi aspettavo veramente di vincere, io sono ancora dilettante e mi sono trovato a correre contro due professionisti forti come Alberio e Bertolini. Stavo bene e prima di questi Assoluti ero già venuto a provare con Cristian, il mio motorista, e siamo riusciti a trovare un'intesa perfetta fin da subito: io non sono uno scattista e avrei potuto soffrire i cambi di ritmo, quindi abbiamo impostata una gara con un passo regolare ma alto e mi sono veramente stupito». E' una vittoria che galvanizza l'intero staff altoatesino, da Cazzaro si attendevano molto, ma questo risultato è sicuramente superiore ad ogni più rosea aspettativa. Qualsiasi colore di medaglia avrebbe comunque rappresentato un grande successo, l'oro e la maglia tricolore premia un intero movimento: in Alto Adige non esiste solo il fuoristrada.

Pinocchio in bici
I nostri partner