Archivio - 09 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14

Vademecuum - 10 | 11 | 12 | 13 | 14

Le nostre news

MTB: Lechner, Fontana e Kerschbaumer squilli tricolori per Londra

22.07.2012

MTB: Lechner, Fontana e Kerschbaumer squilli tricolori per Londra

A Lugagnano vincono i titoli italiani anche Serena Calvetti (U23), Emilie Collomb e Beltain Schmid (Jrs)

Lugagnano (PC) (22/7) - Squilli olimpici ai campionati italiani Cross Country, dove Eva Lechner, Marco Aurelio Fontana e Gerhard Kerschbaumer hanno vinto i rispettivi titoli italiani legittimando la loro convocazione ai Giochi di Londra. Tra le donne, Eva Lechner, Serena Calvetti e Emilie Collomb si sono confermate assolute protagoniste dell'off road femminile nazionale trionfando nelle rispettive categorie. Una sorta di dominio annunciato, visto che tutte e tre godevano dei favori dei pronostici alla vigilia della gara.
POKER LECHNER - Partiamo dalle Donne Elite. La bolzanina Eva Lechner ha calato il suo poker personale, portandosi a casa la quarta maglia tricolore consecutiva. Il miglior modo possibile per preparare la trasferta londinese, dove la Lechner sarà l'unica atleta azzurra a cimentarsi nella prova Mtb. Alle sue spalle Roberta Gasparini (Pedali di Marca) e Daniela Veronesi (Surfing Shop), che ha perso il secondo posto a causa di una caduta sulla sassaia, il tratto più tecnico del circuito.
TRIS CALVETTI - Se la Lechner ha centrato il quarto successo tricolore, la segue a ruota la giovane Serena Calvetti. L'under 23 della Torpado Surfing Shop ha vinto per il terzo anno consecutivo il titolo di campionessa italiana, precedendo Anna Oberparleiter e Alessia Bulleri.
COLLOMB MAI SAZIA - Epilogo annunciato anche tra le Junior, dove Emilie Collomb ha centrato una vittoria che rappresenta una ciliegina sulla torta di una stagione fantastica. La portacolori della Pila Bike ha preceduto Giulia Gaspardino e Sara De Leo.
In campo maschile, Marco Aurelio Fontana, portacolori della Cannondale, ha rifilato oltre 2 minuti a un ottimo Michele Casagrande, centrando così la quarta maglia tricolore in questa specialità. Ha dovuto faticare un po' di più l'altoatesino under 23 della Tx Active Bianchi, alle prese con un Luca Braidot alquanto pericoloso.
IMPENNATA SCONTATA - I titoli della vigilia avevano previsto tutto: "tutti contro Marco Aurelio Fontana". Ebbene il biker di Giussano non ha lasciato scampo agli avversari, imponendo sin da subito il suo ritmo alla gara. Nulla hanno potuto fare Michele Casagrande e Andrea Tiberi. Quarto il primo della corazzata Scott, Pierluigi Bettelli, mentre Tony Longo (Tx Active Bianchi) ha chiuso sesto. Come al solito, per festeggiare il suo quarto titolo italiano Xc Marco Aurelio Fontana ha sfilato impennando lungo l'ultimo rettilineo.
GERRY E' TORNATO - Torna a far la voce grossa Gerhard Kerschbaumer che a Lugagnano vince la sua terza maglia tricolore. L'atleta della Tx Active Bianchi corre da padrone e sopperisce all'inferiorità numerica, che lo vedeva da solo contro i tre agguerritissimi avversari della Forestale (Pettinà, Luca e Daniele Braidot).
L'affondo decisivo di Kerschbaumer prende vita all'ultimo giro, quando l'altoatesino lascia la compagnia di Luca Braidot involandosi da solo verso il traguardo. Una vittoria pesantissima, che spazza via i dubbi sulla condizione del due volte campione italiano a una sola settimana dall'inizio delle Olimpiadi. Completa il podio Nicolas Pettinà. Poi Rabesteiner e Righettini.
Non meno appassionante la sfida tra gli Juniores. Il duello che ha caratterizzato tutto l'anno si ripropone anche a Lugagnano, con Beltain Schmid e Gioele Bertolini che danno vita a uno scontro appassionante. Meglio l'altoatesino in salita, decisamente più bravo il valtellinese in discesa. Alla fine, però, ad avere la meglio è il portacolori della ABC Egna Neumarkt, che all'ultimo giro fa piegare la testa al rivale.
Terzo un ottimo Denis Fumarola, seguito a pochi metri da Alberto Rossi e da Jacopo Billi. Decimo posto per Federico Barri; diciassettesimo Cristian Boffelli.

Fonte: Roberto Amaglio (www.bicibg.it)

UOMINI ELITE: 1. Marco Aurelio Fontana (Cannondale Factory Racing) in 1h32'18”; 2. Michele Casagrande (Michele Elettroveneta-Corratec) a 2'40”; 3. Andrea Tiberi (Torpado Surfing Shop) a 3'16”; 4. Pierluigi Bettelli (Scott Racing Team) a 4'27”; 5. Martino Fruet (Carraro Team - Trentino) a 4'52”; 6. Tony Longo (Tx Active Bianchi) a 5'02”; 7. Mirko Pirazzoli (Frm Factory Racing Team) a 5'28”; 8. Umberto Corti (Cbe Merida) a 5'40”; 9. Franz Hofer (Scott Racing Team) a 5'44”; 10. Enrico Franzoi (Cycling Team Friuli) a 5'57”.

UOMINI UNDER 23: 1. Gerhard Kerschbaumer (Tx Active Bianchi) in 1h36'10”; 2. Luca Braidot (Forestale) a 1'45”; 3. Nicolas Pettinà (Forestale) a 2'16”; 4. Fabian Rabesteiner (St Lorenzen) a 2'43”; 5. Andrea Righettini (Team Todesco) a 3'49”.

UOMINI JUNIORES: 1. Beltain Schmid (ABC Egna Neumarkt) in 1h27'39”; 2. Gioele Bertolini (Cbe Merida) a 56”; 3. Denis Fumarola (Giant Italia) a 2'12”; 4. Alberto Rossi (Ucla 1991 Pacan Bagutti ASD) a 2'29”; 5. Jacopo Billi (Silmax Cannondale) a 2'34”.

DONNE ELITE: 1. Eva Lechner (Team Colnago Sudtirol) in 1h21'06”; 2. Roberta Gasparini (Pedali di Marca) a 4'50”; 3. Daniela Veronesi (Surfing Shop) a 5'16”; 4. Vania Rossi (Esercito) a 10'58”; 5. Judith Pollinger (Hard Rock Merida) a 15'.

DONNE UNDER 23: 1. Serena Calvetti (Torpado Surfing Shop) in 1h26'25”; 2. Anna Oberparleiter (Hard Rock Merida) a 5'30”; 3. Alessia Bulleri (Scott) a 6'37”; 4. Giulia Innerhofer (Colnago Farbe Südtirol) a 7'17”; 5. Marta Pastore (Canossa Merida) a 9'28”.

DONNE JUNIORES: 1. Emilie Collomb (Pila Bike Planet) in 1h13'07”; 2. Giulia Gaspardino (Dytech) a 2'02”; 3. Sara De Leo (Cicli Lucchini) a 4'20”; 4. Arianna Cusini (Melavì Tirano Bike) a 6'30”; 5. Alessandra Bianchetta (Carraro Team) a 6'38”.

Pinocchio in bici
I nostri partner