Archivio
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18

Vademecuum
10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17

Le nostre news

CICLOCROSS: DORIGONI VINCE A ROMA, ALTOATESINI SUGLI SCUDI A BIBIONE

06.01.2019

CICLOCROSS: DORIGONI VINCE A ROMA, ALTOATESINI SUGLI SCUDI A BIBIONE

ROMA/BIBIONE – Jakob Dorigoni è il grande protagonista sulla fine terra battuta di Roma Capannelle, dov’è calato il sipario sul decimo Giro d’Italia Ciclocross nel ricordo di Romano Scotti. Il ventenne bolzanino brilla con una cavalcata trionfale mettendosi alle spalle i più grandi ciclocrossisti dello stivale. Cinquecento atleti si sono dati battaglia nelle varie categorie, contendendosi gli ultimissimi punti per le 17 maglie rosa in palio. Disegnato interamente nel perimetro dell’ippodromo più famoso d’Italia, il percorso del decimo Memorial Romano Scotti, tappa anche del circuito regionale Lazio Cross, si è presentato velocissimo, aggiungendo all’acqua, alla sabbia, alla montagna e al fango l’unico elemento ancora mancante, quello della velocità. Nessuna gara, quindi, è stata scontata, pur in assenza di fango e dislivello. Le condizioni del tracciato hanno costretto gli atleti a gare estremamente tattiche in cui a trionfare sono stati anche volti nuovi, capaci di far rendere al meglio strategia e gambe. Il successo di tappa nella categoria open maschile è andato con pieno merito ad uno scatenato Jackob Dorigoni. Il bolzanino della Selle Italia Guerciotti è stato in grado di distanziare due big del calibro della maglia rosa dello scorso anno Christian Cominelli (Cycling Cafè) e Nadir Colledani della Bianchi Countervail. Più staccato il laziale Antonio Folcarelli, settimo assoluto, quanto basta a conquistare però maglia rosa e maglia bianca alla fine del decimo Giro d’Italia Ciclocross.
Sulla spiaggia di Bibione, in provincia di Venezia, è andato in scena invece il “1° Trofeo Città di Bibione”. Più di 300 partecipanti e tanto pubblico che ha fatto da cornice alla manifestazione organizzata dal Gc Bannia, new entry del Trofeo Triveneto di ciclocross. Il tracciato di gara di 2,7 chilometri, che presentava quattro tratti selettivi di sabbia, è piaciuto a tutti i partecipanti e, come da previsione, è stato davvero spettacolare. Nella gara open partenza bruciante di Enrico Franzoi, poi raggiunto dagli altri contendenti per le posizioni più importanti. Nel finale si è composto un tandem composto dal trentino Martino Fruet (Team Lapierre) e Luca Braidot (Carabinieri). Attacchi e contro attacchi all’interno della pineta e sulla sabbia non sono bastati a far involare uno dei due battistrada. Allo sprint finale il più veloce è stato il campione italiano di ciclocross Luca Braidot, che ha così conquistato la prima vittoria con la maglia tricolore. Terza Piazza per Daniele Braidot. Tra gli juniores gli juniores è arrivata la prima vittoria per il trevigiano Simone Pederiva (Sportivi del Ponte), che è riuscito a rimanere al comando dal primo all’ultimo giro, secondo Giacomo Chiumenti (Velociraptors), terzo il bolzanino Luca Dallago (Team Zanolini Bike). Tra gli allievi del primo anno il padovano della Fox Team Filippo Gallio ha conquistato la prima vittoria precedendo il bolzanino Andrea Dallago del Gs Alto Adige. Tra gli esordienti quarto posto per Alan Zanolini (GS Alto Adige), mentre in campo femminile, tra le junior, Patrizia Critelli (Team Zanolini Bike) si è classificata al secondo posto alle spalle di Giada Borghesi (Team Trentino Lapierre Alè). Non finisce di stupire Carmine Del Riccio (Team Zanolini Bike), capace di conquistare l’ennesimo successo tra gli amatori fascia-1 con lo sguardo proiettato ora ai campionati Italiani in programma all’Idroscalo di Milano.

Pinocchio in bici
I nostri partner