Logo FCI Alto Adige
Mtb

Mtb Marathon: Rabensteiner tricolore, Sandra Mairhofer d'argento

Un altro acuto, un altro alloro da aggiungere al proprio ricco palmares, un’altra maglia tricolore che va ad arricchire un guardaroba da far invidia a molti. Fabian Rabensteiner ieri si è laureato campione italiani di mountain bike marathon. Ha vinto da favorito, sbaragliando la concorrenza sull’impegnativo percorso di Letojanni, in provincia di Messina, a pochi passi dalla più rinomata Taormina, dove è salita sul podio anche Sandra Mairhofer, medaglia d’argento nella gara femminile.

Fabian Rabensteiner brinda in maglia tricolore (foto Wilier Pirelli)
Fabian Rabensteiner brinda in maglia tricolore (foto Wilier Pirelli)

Rabensteiner, fresco vincitore della tappa delle Uci Marathon Series di Nove Mesto, ero l’osservato speciale, il grande favorito della vigilia. E, da favorito, ha vinto, in una giornata con temperature vicine ai 30°. L’altoatesino ha preso in mano le redini della gara già nelle prime fasi della corsa, andata in scena su un percorso di 76 chilometri e 2700 metri di dislivello positivo, con una prima parte più impegnativa e una seconda decisamente più scorrevole.
L’esperto atleta della Wilier-Vittoria è riuscito a rifilare 1’33” a Gioele De Cosmo e 1’39” al compagno di squadra Samuele Porro, che lo hanno affiancato sul podio. Per Rabensteiner si tratta del terzo titolo italiano, per una carriera (e una stagione) che si fa sempre più ricca di allori. Non ha vinto, ma ha collezionato un’altra pregiata medaglia Sandra Mairhofer, seconda nella gara tricolore femminile.

Il podio della gara femminile, con Sandra Mairhofer sulla sinistra
Il podio della gara femminile, con Sandra Mairhofer sulla sinistra

La vittoria è andata alla piemontese Claudia Peretti, che ha preso il largo già sulla prima salita e ha chiuso in solitaria con il tempo di 3h58’44”. Mairhofer, che difende i colori del team Soudal LeeCougan Internation, ha condotto l’inseguimento assieme a Mara Fumagalli (Ktm Alchemist). Le due si sono giocate la piazza d’onore allo sprint, brillantemente vinto dall’altaotesina, una vera professionista della fatica.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 3,406 sec.

Cerca nelle news