Logo FCI Alto Adige
Mtb

Dynamic Bike Team Appiano sugli scudi con Cavosi e Bertoli

Il Dynamic Bike Team di Appiano ha più di un motivo per cui festeggiare, protagonista in ambito internazionale con lo specialista dell’enduro Daniel Cavosi e con il biker Sebastian Bertoli. Cavosi, che a fine giugno si era garantito un posto per le finali di Coppa del Mondo di enduro grazie al successo conquistato alla Mtb Enduro Open Race di Canazei, ha brillato nell’atto conclusivo del massimo circuito internazionale.

Daniel Cavosi, specialista dell'Enduro del Dynamic Bike Team Appiano
Daniel Cavosi, specialista dell'Enduro del Dynamic Bike Team Appiano

La prova conclusiva si è svolta nello scorso weekend a Châtel, nell’Est della Francia, precisamente nel dipartimento dell'Alta Savoia, alla presenza dei migliori interpreti della disciplina provenienti da tutto il mondo. La sfida finale è andata in scena su un percorso suddiviso in sette prove (o tappe), con gli atleti chiamati a percorrere in totale 65 chilometri e 3600 metri di dislivello in discesa, il tutto in un solo giorno.
La pioggia caduta alla vigilia della gara ha messo a dura prova molti concorrenti. Anche Cavosi ha dovuto fare i conti con il fondo scivoloso e, a causa di un errore di guida nel corso della terza tappa, ha perso tempo prezioso e qualche posizione in classifica. Nelle ultime quattro frazioni, però, il portacolori del Dynamic Bike Team è riuscito a esprimersi su ottimi livelli e ha raggiunto il traguardo dopo poco più di 27 minuti, 35° classificato nella categoria Men Under 21, a poco più di due minuti dal vincitore.
Per il club di Appiano sono arrivate altre soddisfazioni dalla Francia, in questo caso dalla Marathon di Morzine, prova delle Uci Marathon Series di 100 chilometri e 4400 metri di dislivello positivo. Assieme ai big hanno gareggiato anche gli amatori, tra cui l’alfiere del Dynamic Bike Team Sebastian Bertoli, che ha imposto un ritmo sostenuto fin dalle battute iniziali, fiaccando le resistenza dei diretti concorrenti alla vittoria. Dopo circa metà gara, Bertoli aveva davanti a sé solamente il belga Thomas Garnier, che lo precedeva di 20 secondi. Garnier, però, ha dovuto fare i conti con una foratura e con l’ottima giornata di Bertoli, che lo ha superato e poi distanziato, andando a chiudere in trionfo al traguardo dopo 5h49’23” di gara. Il belga ha chiuso secondo in 5h51’53”.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,797 sec.

Cerca nelle news